In estate, oltre al sole e all’afa, bisogna anche far fronte a un altro problema, ovvero le punture di zanzare che possono colpire tutti. Qui è possibile trovare alcuni consigli su come sgonfiare le punture di zanzare nei bambini, i soggetti maggiormente sensibili e delicati. Vediamo come fare e quali rimedi usare.

Come sgonfiare le punture di zanzare

Le punture di zanzare sono una sorta di appuntamento fisso durante ogni estate. Gli adulti, ma soprattutto i bambini, forse per la pelle sensibile e delicata, sono i maggiori soggetti a esserne colpiti diventando il bersaglio preferito di questi insetti. La puntura di questo insetto porta prurito e gonfiore che bisogna trattare in fretta, soprattutto nel caso della zanzara tigre, in quanto si corre il rischio di andare incontro a peggioramenti.

Per sgonfiare le punture di zanzare è possibile munirsi, proprio in vista dell’estate, in cui si tende a passare parecchio tempo fuori soprattutto durante la sera, di antizanzare naturali, ovvero dei rimedi a base di elementi naturali che vanno bene sia per l’ambiente, ma anche per il corpo da spruzzare in modo da allontanare questi fastidiosi insetti.

Gli oli essenziali da profumare sul corpo oppure in casa possono confondere questi insetti evitando in questo modo di essere punti. Un altro metodo particolarmente adatto per gli amanti del pollice verde sono le piante antizanzare che hanno un odore molto particolare per cui aiuta ad allontanarle evitando d’incorrere nelle loro punture che sono alquanto sgradevoli.

Nel caso la puntura fosse già avvenuta, si consiglia di optare per prodotti e rimedi naturali come Ecopest Bite che aiuta a eliminare e ridurre il prurito in pochissimo tempo.

Come sgonfiare le punture di zanzare: consigli

Onde evitare di usare i soliti prodotti che si trovano in commercio ricchi di sostanze chimiche che non sempre fanno bene, per sgonfiare le punture di zanzare e ridurre il prurito e rossore, è possibile optare per delle soluzioni a base naturale. Per prima cosa, non appena ci si è accorti della puntura, bisogna prendere un cubetto di ghiaccio e avvolgerlo in un tovagliolo di cotone d’applicare sulla pelle.

In questo modo, grazie al freddo dato dal ghiaccio si restringono i vasi sanguigni impedendo alle tossine che la zanzara ha rilasciato di diffondersi. Grazie a questa soluzione, il gonfiore tende a diminuire così come la sensazione di prurito. Un altro metodo efficace, qualora il bambino venisse punto, per sgonfiare le punture di zanzare è applicare un impacco a base di qualche goccia di miele e del bicarbonato di sodio. Il miele ha proprietà antisettiche, mentre il bicarbonato disinfetta.

Per ridurre il prurito e il gonfiore, delle creme o gel possono sicuramente alleviarlo. Le sostanze naturali come prodotti a base di olio di tea tree oppure allume di potassio da sfregare nella zona interessata sono una soluzione consentita ed efficace per le punture di zanzare. La crema alla calendula è particolarmente delicata e perfetta per le punture di questi insetti.

Oltre a pensare ai rimedi su come sgonfiare le punture di zanzare, si consiglia anche di optare per dei rimedi in modo da evitare che questi insetti possano infastidire. Per farlo, mettere delle zanzariere nella camera del bambino oppure degli olii essenziali a base di geranio o limone aiuta a tenerle lontane e proteggere i piccoli dalle punture.

.fonte: Link https://it.notizie.yahoo.com/come-sgonfiare-le-punture-di-100824750.html

Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top